Il 2018 è sicuramente un anno da incorniciare per la Marathon Castello di Pietrarossa, prima promossa a tappa del Trofeo dei Parchi Naturali e poi inserita tra le manifestazioni “Aspettando la Maglia Rosa”, evento collaterale del Giro d’Italia. Due grandi traguardi che il Team Special Bikers Elios ha sudato dimostrando nelle tre precedenti edizioni capacità organizzative ed entusiasmo da vendere.

Così, il 29 aprile, a pochi giorni dalla partenza della carovana rosa, prevista il 10 maggio a Caltanissetta, la città si immergerà nel mondo delle due ruote con la Marathon Castello di Pietrarossa e il risultato non può che essere un’esplosione di colori, emozioni e fatiche.

E si perché, oltre alla gran festa che attende gli atleti, domenica 29 aprile ci sarà anche da pedalare. Immersi nelle terre nissene, gli atleti affronteranno 60km molto impegnativi con una concentrazione delle difficoltà nella seconda metà di percorso, quando si troveranno ad affrontare le scalate più ardue. “Il Muro del Pianto”, così gli amici siciliani hanno chiamato la new entry del 2018, uno strappo di 500mt con picchi al 28%, da affrontare dopo 6 km di salita. “Pianti” evitati ai granfondisti che saranno deviati poco prima sul percorso di 45km.

Mentre vanno avanti i sopralluoghi sul percorso, continuano anche tutti gli altri preparativi diretti da Luigi Congiu che per questa edizione non vuole lasciare nulla al caso. In primis, attuando una politica inclusiva e di coinvolgimento del territorio, ha deciso di affidare la realizzazione dei trofei ai ragazzi del “Liceo Artistico Statale F.Juvara”. Espressione della sicilianità e materiali ecosostenibili sono state le uniche disposizioni per la realizzazione di queste opere d’arte.

Territorio e sensibilità ambientale, oltre che mtb, anche nel pacco gara con un pacco di Pasta Bio di Grani Siciliani, un prodotto per la cura della bici e un gadget della Marathon, e nel Pasta Party con uno chef locale che cucinerà al momento prodotti bio e a km0.

Il Team Special Bikers Elios ha pensato anche agli accompagnatori riempiendo il loro week end di attività: sfilata di auto, moto e vespe d’epoca, dimostrazioni curate da associazione locali di scherma, pesistica, calcio balilla e tennis disabili ed escursioni guidate nel centro storico.

Insomma, la nuova tappa del trofeo pare voglia fare sul serio. Per quest’ottima organizzazione e doppi punti bonus varrà sicuramente la pena affrontare la lunga trasferta siciliana.

 

Elisabetta Ciminelli

Staff Comunicazione TPN2018

Joomla SEF URLs by Artio

Elpho Comunicazione STAFF COMUNICAZIONE. Trofeo dei Parchi Naturali

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok Rifiuta