Dopo 8 mesi, 10 tappe e migliaia di chilometri in lungo e in largo in giro per l’Italia Meridionale, il lungo viaggio del Trofeo dei Parchi Naturali sta per terminare. In Campania, proprio dove tutto ha avuto inizio l’11 marzo, il circuito scriverà il suo epilogo. La location è già di per sé tutta una sorpresa, considerando che il gran finale doveva scriversi a Fondi, ma non ne mancheranno altre. Quella di domenica 14 ottobre, infatti, sarà sì una domenica di gara ma, inevitabilmente, i riflettori sono già tutti puntati sulla gran festa di premiazione del Trofeo. Come sempre verranno premiati i primi 5 di ogni categoria del percorso lungo e medio con trofei e materiale tecnico CST e Limar. I primi saranno premiati dal main sponsor Elios con il telaio Hoop29er, l’abbonamento TPN2019 e le maglie fiorate. In piena ottica di un campionato, entreranno in classifica solo coloro che avranno partecipato ad un minimo di 6 tappe su 10. Non mancherà, poi, il riconoscimento agli atleti 10/10, gli highlander che durante tutta la lunga stagione hanno avuto il coraggio e la forza di seguire il circuito tappa dopo tappa, senza mai perdersi un appuntamento, diventando essi stessi valore aggiunto e parte integrante del Trofeo. Alla Granfondo di Palomonte, inoltre, saranno premiati i primi 5 atleti del brevetto "I Fiori dei Parchi Naturali".

Come in ogni gran finale, la festa e la voglia di riposo lasciano sempre spazio ad un filo di nostalgia, quella di mettere in pausa il ritrovo alla verifica tessere, il sabato pre-gara con gli atleti in giro per le località che hanno ospitato le tappe, l’adrenalinico countdown dello start, le lunghe trasferte in compagnia del proprio team e il saluto dopo ogni pasta-party. Ma, fortunatamente, anche per quest’anno, questo sarà solo un arrivederci.

Joomla SEF URLs by Artio

Elpho Comunicazione STAFF COMUNICAZIONE. Trofeo dei Parchi Naturali