Mancano meno di 30 giorni alla Gran Fondo Parco del Sele che il 19 marzo aprirà la kermesse del Trofeo dei Parchi Naturali, e già fremano i preparativi in capo all’ASD Bike&Sport.
La tappa, che anche quest’anno si presenta con il suo tracciato classico di 42 km e 1400 mt di dislivello, è la giusta ripartenza per un trofeo che impegnerà gli atleti per ben 7 mesi, con le sue 9 tappe e 610 km da percorrere. Una ripartenza dal chilometraggio e dai dislivelli non proibitivi in cui gli atleti potranno fare i conti con la preparazione invernale e misurare lo stato di forma per la stagione entrante.
Quello disegnato dalla Bike&Sport è uno dei tracciati più corti del Trofeo ma, nonostante ciò, i continui saliscendi e tratti fangosi costringeranno gli atleti a continui cambi di ritmo per una difficoltà da non sottovalutare, soprattutto considerando il ritorno alle gare e quindi a tutti i fattori tecnici, tattici e psicologici che questo comporta. La manifestazione prevede, inoltre, un tracciato ridotto di 32 km e, per chi volesse affiancare la competizione non avendo chilometri sulle gambe, un percorso di 21 km accessibile davvero a tutti.
Quest’anno più che mai gli occhi sono rivolti su questa tappa inaugurale, che molto potrà dire sullo stato di forma e le sensazioni degli atleti, e chissà che già da queste prime battute i contendenti al titolo non svelino le loro carte.
Qualche prima rivelazione potremo averla già il 5 Marzo con la Gran Fondo di Montevergine, tappa appartenente al “Brevetto dei Fiori”, che ad una settimana dalla chiusura delle iscrizioni, conta già 470 iscritti.

Joomla SEF URLs by Artio

Elpho Comunicazione STAFF COMUNICAZIONE. Trofeo dei Parchi Naturali